L’OMAGGIO A MANNATO DEL RUGBY ITALIANO

Schermata 2018-04-17 alle 07.47.07

(Reggio Emilia, 14/04/2018) – “Lasciare con una vittoria è quanto di meglio potessi sperare, ho cercato di farmi trovare pronto per giocare l’ultima partita in modo dignitoso e nonostante il caldo credo di esserci riuscito. Ringrazio i miei compagni, lo staff tecnico, la società e tutti i tifosi per l’affetto che mi hanno dimostrato in questi otto anni ed anche oggi allo stadio”. 

Si è chiusa oggi, sabato 14 aprile 2018, la carriera da senior di Antonio Mannato, 36 anni, di cui gli ultimi otto trascorsi a Reggio Emilia con la maglia dei Diavoli.

Striscioni e cori per lui allo stadio con tanto di standing ovation quando al 5′ del secondo tempo la sua carriera si è definitivamente chiusa. Una carriera lunga più di 20 anni tra i senior con la ciliegina sulla torta di 3 caps in nazionale, ma anche due promozioni con il Rugby Reggio e tante partite con la squadra della città di origine, Benevento.

Prima del match contro il San Donà, il presidente del Rugby Reggio Giorgio Bergonzi lo ha premiato con una targa ricordo dei suoi anni trascorsi in maglia rosso-nera.

Anche la Federazione ha voluto salutare l’ultima partita di Mannato con il numero 1 Alfredo Gavazzi. “C’è sempre un po’ di malinconia nel vedere un Azzurro appendere le scarpe al chiodo – ha twettato il presidente federale – Grazie ad Antonio Mannato per aver difeso con onore la maglia della nostra nazionale e per la sua lunga carriera nel campionato di Eccellenza”.

Carriera che ora continua in panchina. “Vorrei restare nel rugby e continuare a fare quello che già sto facendo qui a Reggio da un paio di anni, ovvero allenare i giovani”.