L’abbraccio della città al Conad Rugby Reggio

grassi_gualandri_incerti

Il cuore di Reggio, Piazza Fontanesi, è stato teatro mercoledì sera 6 settembre della presentazione ufficiale della stagione agonistica 2017/2018 del Rugby Reggio. Ospiti del Borsalino Cafè i dirigenti, gli allenatori, gli atleti della società hanno accolto l’abbraccio dei reggiani sempre più conquistati dalla bellezza e dai valori positivi che rendono questo sport unico nel suo genere.

Ricco di personalità il “parterre de roi” con in prima fila il sindaco Luca Vecchi e l’assessore comunale alle relazioni internazionali Serena Foracchia, raggiunti dal presidente nazionale FIR Alfredo Gavazzi, a Reggio per motivi di lavoro e presente a titolo personale.

A fare gli onori di casa l’head coach e direttore generale del club, Roberto Manghi.

“Quest’anno grazie alla disponibilità degli amici di Borsalino Cafè e di Conad, sempre al nostro fianco, partiamo da una piazza importante che ci ricorda la festa promozione di due anni fa sperando sia di buon auspicio per la stagione che inizierà sabato 23 settembre al Mirabello contro il Rovigo. Ci sembrava la miglior vetrina possibile per confermare il nostro forte legame con la città”.

Manghi ha poi accolto il sindaco Luca Vecchi che ha portato il suo saluto, personale e dell’amministrazione comunale, al Rugby Reggio.

“Tutta la città – ha detto il primo cittadino – si riconosce nei valori e nella filosofia che vi contraddistingue. Mi piace sottolineare l’attenzione che riponete nel settore giovanile. Non esiste una grande prima squadra senza un serbatoio di giovani alle spalle. Avete messo in moto un movimento vivace che coinvolge le famiglie dei ragazzi in un circolo virtuoso che fa bene non solo allo sport, ma a tutta la comunità reggiana. Siamo orgogliosi di essere rappresentati da voi in lungo e in largo per l’Italia”.

“Il nostro intento – ha aggiunto la dirigente e responsabile delle pubbliche relazioni Antonella Gualandriè proprio quello di far crescere i nostri bambini e i nostri ragazzi dal punto di vista sportivo e umano. Non è facile, ma noi ci crediamo fortemente investendo su ragazzi reggiani, o che hanno scelto Reggio come luogo di studio e lavoro. Per noi questo è fare sport: valorizzare le radici e la cultura di un territorio e delle sue eccellenze”.

Tra cui due aziende partner del Rugby Reggio come Conad e Elettric80 rappresentate in piazza Fontanesi, rispettivamente dal vicepresidente Paolo Incerti e dal fondatore e presidente Enrico Grassi.

“Abbiamo rinnovato per altri due anni il nostro sostegno al progetto perché i valori di Conad si intrecciamo alla perfezione con i valori del Rugby Reggio – ha detto Paolo Incerti – E’ una questione di impegno sul territorio, di sani principi ben simboleggiato dal terzo tempo, che vede la tavola come momento importante di condivisione e crescita reciproca”.

“Spirito di squadra, sacrifico, impegno duro sono valori che accomunano il rugby all’impresa – ha aggiunto Enrico GrassiNoi sosteniamo questa società ma non vogliamo essere semplici sponsor. Crediamo nel progetto Valorugby e lavoriamo per allargare il bacino del pool di imprenditori che possa dare continuità nel tempo alla società. Il discorso dei giovani è decisivo: crediamo che investire sulle nuove generazioni sia fondamentale per dare speranza a questo Paese”.

A tal proposito è arrivato poi l’annuncio da parte della dirigente rossonera Gualandri dell’ingresso nel pool di una nuova realtà, l’azienda parmense CFT, leader nel settore degli impianti per la trasformazione alimentare. “Un innesto importante con un’azienda di Parma a ribadire il nostro concetto di territorio che va oltre gli ormai angusti confini provinciali per abbracciare un’area più vasta, l’Emilia di cui saremo l’unica squadra rappresentante nel prossimo campionato di Eccellenza”.

A “battezzare” la stagione 2017/2018 della Conad Rugby Reggio c’era anche Alfredo Gavazzi che ha rivolto un “in bocca al lupo all’amico Manghi e alla società, certo che saprete fare meglio dello scorso anno”.

Messaggio prontamente raccolto dai giocatori che non si sono tirati indietro raccogliendo la sfida lanciata da Enrico Grassi (“Mi piacerebbe arrivare tra le prime quattro”) dicendosi certi che quella in partenza sarà un’ottima stagione.

Tra i più applauditi Ferrarini, Rimpelli, Dell’Acqua, Mannato e Rodriguez. Anche se l’applausometro ha toccato il “picco” al momento della presentazione del factotum Corrado Catellani giunto alla sua 39esima annata con il Rugby Reggio.

Gran finale con il brindisi di rito con i tanti amici intervenuti all’evento e poi tutti a riposare. Nel fine settimana si torna infatti in campo a Badia Polesine (RO) per il torneo Pedrini che vedrà i Diavoli impegnati con altre squadre di Eccellenza come il Rovigo, il Viadana, i Medicei di Firenze, oltre alle formazioni di Padova e Valsugana di Serie A.