LA DOMENICA AGRODOLCE DEGLI “UNDER”

Schermata 2017-12-06 alle 19.06.28

(Reggio Emilia, 06/12/2017) – Under 18 e Under 16 si danno il cambio. Se una settimana prima, infatti, erano stati i ragazzi di Guareschi e Mannato ad esultare, domenica scorsa sono gli Under 18 a conquistare gli onori della cronaca vincendo per 41-24 sul difficile campo del Rugby Modena. “Una vittoria mai in discussione – commenta soddisfatto coach Luca VezzaniUn risultato importante per il morale dei ragazzi in vista della prossima sfida contro l’Amatori Parma”.

Umore opposto invece in casa Under 16 sconfitti per 38-14 dai pari-età di oltre Secchia. “Sono molto deluso – commenta coach Gianluca Guareschi – Mi spiace perché dovevamo dimostrare a noi stessi di essere finalmente maturi invece abbiamo fatto molti passi indietro rispetto alle precedenti uscite. Devo fare i complimenti al Modena perché ha dimostrato di essere un’ottima squadra e a saper sfruttare al meglio le occasioni che vengono concesse dall’avversario. Adesso guardiamo di partita in partita come se fosse l’ultima poi vedremo come andrà a finire. È un campionato molto duro con pochissime pause e quando c’è la pausa giocano le selezioni regionali dove tutti i club, e ribadisco tutti, sono tenuti a far partecipare i loro giocatori migliori selezionati per migliorare il livello di gioco collettivo e individuale dei nostri ragazzi. Domenica prossima giochiamo alla Canalina e prometto che vedrete un altra Reggio: solo chi avrà voglia di sacrificarsi scenderà in campo per onorare questa maglia”.

In campo gli Under 14 di Ferrara e Ferraresi, sconfitti alla Canalina dal Rugby Parma (20-50 per i 2004, 18-39 per i 2005). “Purtroppo – commenta coach Beniamino FerraraTra i 2004 ha prevalso la voglia di non combattere nei punti di incontro e questo ha fatto la differenza con i parmigiani bravi a trasformare in oro tutti i nostri errori. Unica cosa positiva è stata la capacità dei ragazzi di distribuirsi velocemente negli spazi. La partita dei 2005, al di là del punteggio finale, è stata più equilibrata con i parmigiani più bravi e reattivi di noi nelle azioni di attacco”.