IL VALORUGBY EMILIA ABBRACCIA LA CITTA’

Schermata 2018-09-14 alle 11.54.29

(Reggio Emilia, 13/09/2018) – Nella splendida cornice del Borsalino Cafè in piazza San Prospero a Reggio Emilia, mercoledì sera 12 settembre, il Valorugby Emilia si è ufficialmente presentato alla città con tutti i dirigenti, tecnici e atleti, dalla prima squadra al minirugby, in vista dell’ormai imminente avvio di stagione.

Ad accoglierli tantissimi tifosi e cittadini, a cominciare dal “padrone di casa”, il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi.

“Mi fa un grande piacere essere qui con voi – ha esordito il primo cittadino – Non posso che ringraziare di cuore Enrico Grassi e il gruppo di sponsor di Valorugby Emilia. Realtà imprenditoriali serie che sostengono una realtà sportiva importante per la nostra città perché arriva alle famiglie e si occupa di bambini e di ragazzi senza rinunciare all’alto livello, dato che è una delle squadre importanti di Reggio Emilia”.

Ad aprire la presentazione della società naturalmente il nuovo N.1 del club della Canalina, Enrico Grassi. “Sono un presidente fortunato – ha detto il patron di Valorugby Emilia – perché quando sogno ho al mio fianco soci e collaboratori che mi sostengono e mi aiutano a far diventare i sogni delle belle realtà. Il nostro obiettivo, da sempre, sono i giovani e il rugby, in questo senso è per noi un laboratorio dove crescerne tanti con la giusta mentalità. Dalla prima squadra ci aspettiamo certamente risultati sportivi, ma soprattutto vogliamo che i giocatori siano un esempio per i tanti bambini e ragazzi che si avvicinano al rugby. Perché non tutti i giovani rugbisti giocheranno in prima squadra, ma lavoriamo e siamo sicuri che sapranno mettersi in gioco nel lavoro e nella vita, applicando i valori propri di questo sport”.

Tra gli imprenditori che accompagnano Grassi nel progetto Valorugby ci sono Vittorio Cavirani (“Non sono stato rugbista ma ho ben presenti i valori di questo sport e la loro utilità nella vita e nel mondo del lavoro e dell’impresa. Stiamo costruendo questo progetto, siamo abituati a vincere e vogliamo farlo anche qua”) e il figlio Stefano Cavirani (“Ho giocato per quattro anni a rugby, e ho potuto vivere in prima persona quelli che sono i valori unici di questo sport. Valori che, dalla prima squadra fino ai più piccoli dell’Under 6, vogliamo siano portati con orgoglio in campo e fuori dal campo”).

A Valeria Prampolini poi il compito di annunciare le due “notizie” della serata: “La prima partita casalinga, in calendario il 22 settembre contro le Fiamme Oro, la giocheremo nella nostra casa, alla Canalina. Ma già dal turno casalingo successivo, contro il Rovigo, torneremo al Mirabello”. La seconda “news” è stata la presentazione delle nuove divise indossate per l’occasione dai “modelli” capitan Davide Farolini, Davide Rimpelli e Gabriele Messori. “Nella prima divisa abbiamo richiamato il colore granata, un colore molto significativo per lo sport reggiano. E, sia nella prima che nella seconda maglia, spicca il tricolore. Un altro omaggio alla nostra città, un motivo in più per giocare con orgoglio ogni partita in tutto il territorio nazionale”.

Presente in platea anche Mauro Rondanini di Conad che, anche per questa stagione, conferma il suo sostegno alla squadra.

In mezzo, sono sfilate tutte le persone che compongono il “pianeta” Valorugby Emilia: dagli allenatori del minirugby a quelli del settore giovanile, dal nuovo direttivo di Valorugby Young (presieduto da Massimo Mussini) al nuovo coordinatore del settore giovanile Francesco Cavatorti, da Massimo Paterlini degli Old’s (che ha donato una maglia al presidente Grassi invitandolo ad unirsi alla squadra dei senior) allo staff medico. Oltre, ovviamente, la prima squadra, pronta ad “accendere la passione” anche con una campagna di immagine che partirà nei prossimi giorni.