GIOVANILI: ANCHE GLI UNDER 16 ACCEDONO AL CAMPIONATO NAZIONALE

Schermata 2017-10-04 alle 21.02.18

(Reggio Emilia, 04/10/2017) – Aspettando i risultati della prima squadra, ancora ferma al palo nel campionato di Eccellenza, in casa Rugby Reggio sono le formazioni giovanili a regalare grandi soddisfazioni. Dopo la conquista del campionato nazionale di Elite da parte degli Under 18 maturata due settimane fa, domenica scorsa alla Canalina sono stati gli Under 16 a strappare il pass per partecipare al campionato nazionale Elite di categoria. Con la vittoria per 22-5 sul Rugby Ravenna, infatti, i ragazzi allenati da Gianluca Guareschi, Antonio Mannato e Matteo Grassi hanno conquistato l’ultimo posto disponibile per accedere alla competizione nazionale.

Per tutti loro sono arrivati i complimenti del direttore generale Roberto Manghi.

“Ci rende tutti orgogliosi avere l’intero nostro settore giovanile, il nostro vivaio ai campionati nazionali di categoria. Possiamo dire senza alcun dubbio che il primo traguardo di questa importante stagione appena iniziata, è raggiunto. Il progetto tecnico di crescita che abbiamo impostato e ufficializzato passava dalla qualificazione al campionato nazionale e gli allenatori e i giocatori di Under 16 e Under 18 sono stati bravi mettendoci cuore e testa insieme agli accompagnatori e a tutti quei genitori che seguono e fanno un sostegno convinto anche di fronte alle difficoltà. Adesso inizia la sfida difficile, perché stare ad alto livello prevede un grande sforzo fisico e mentale. Ma la crescita di tutti questi ragazzi, sia come atleti che come persone, passa da questa fatica. Tra dieci giorni si comincia: tutti in campo con coraggio, grinta, testa e cuore. Così facendo, le soddisfazioni non mancheranno. Le gioie nemmeno. Sicuro. Perché – conclude Manghi – ve lo meritate tutti voi, perché se lo merita il Rugby Reggio”.

Ai complimenti di Manghi si aggiungono quelli di coach Guareschi.

“Le parole del direttore ci riempiono di orgoglio. Vorrei fare i complimenti a questi ragazzi perché credo abbiano dato dimostrazione di quanto siano attaccati alla maglia e di conseguenza alla società e all’ambiente. Ringrazio la società e tutto l’ambiente rossonero perché credo che in queste partite di qualificazione sia stata molto vicino sia a noi che alla Under 18. Con Antonio Mannato e Matteo Grassi professionalmente abbiamo fatto il possibile per ripagare la fiducia dataci dalla società e dal direttore generale. Eravamo convinti nonostante il girone di ferro di centrare l’obiettivo e abbiamo fatto di tutto perché potesse accadere. Purtroppo abbiamo perso due giocatori molto importanti per diverso tempo: a Dario e Luca faccio un in bocca al lupo di ritorno in campo il prima possibile, loro sanno che possono sempre contare su di noi e sui loro compagni. Ora restiamo coi piedi per terra: sarà un campionato molto lungo e faticoso. Non vediamo l’ora che inizi il campionato per misurarci ad alto livello”.